• Baci di dama con farina integrale (quelli buoni, che si sciolgono in bocca!)

    I cambiamenti fanno paura. Per quale arcano motivo dovremmo lasciare qualcosa di certo e conosciuto per qualcosa di incerto, che potrebbe magari danneggiarci? Questo meccanismo di difesa l'abbiamo ereditato dai nostri antenati preistorici, ed è scolpito in un angolino buio del nostro DNA. Molte delle nostre arrivano dal passato, quando la sopravvivenza dipendeva in gran parte dalla velocità di fuga. E, a pensarci bene, ancora oggi una delle cose che sappiamo fare meglio è scappare.

  • Torta soffice di pesche e yogurt

    So già quello che state pensando, ed avete pienamente ragione! Una brava food blogger non pubblicherebbe MAI la ricetta di una torta di pesche a fine settembre, quando i ritmi della natura iniziano lentamente a rallentare, e le prime nebbie mattutine ricominciano ad avvolgere la pianura. Lo so, mi dovrete perdonare, ma è stata un’estate molto impegnativa, piena di cambiamenti, progetti e nuovi inizi. E questa torta merita comunque di essere condivisa. Anche perché, a dirla tutta, la puntualità non è mai stata una mia caratteristica. Sono sempre stata quella che faceva le cose a modo proprio, coi propri tempi. O che faceva tutto al contrario. Spesso ho anticipato i…

  • Torta Duchessa di Parma in versione mignon

    Come si sarà sentita Maria Luisa d'Austria, seconda moglie di Napoleone, in quel lontano 19 aprile del 1816, quando varcò il fiume Po percorrendo a piedi un ponte di barche lungo più di trecento metri? L'Impero era finito, suo marito era prigioniero, e il Congresso di Vienna le aveva assegnato un piccolo Ducato avvolto tra le nebbie della Pianura Padana.

  • Salmone al miele e zenzero con fave, mango e caviale di alga Kelp

    "Ma tu, che lavoro fai?". Solitamente, quando mi pongono questa domanda, sono titubante e inizio a cercare qualche semplice parola che possa sintetizzare il tutto. Penso e ripenso, a volte balbetto, ma alla fine l'unica cosa che mi esce è "Sono una Food Stylist". A questo punto già so che novantanove interlocutori su cento mi guarderanno con aria perplessa e mi chiederanno "Food cosa?...ma sei una cuoca?".

  • Banana bread: attenzione può creare dipendenza!

    Si chiama bread, ma con il pane ha ben poco in comune. In realtà è un soffice plumcake alla banana, molto in voga negli anni trenta in America. Sembra che questo dolce sia nato nelle cucine delle massaie, che durante la grande crisi cercavano un modo per riciclare le banane troppo mature. Non esiste una ricetta codificata, ma tante versioni più o meno simili tra loro.

  • Risotto al Castelmagno, nocciole delle Langhe e miele di castagno.

    La primavera è la mia stagione preferita. La natura si risveglia dopo i lunghi mesi invernali ed è tutta un’esplosione di colori, profumi, canti di uccellini e ronzii di api. Chi mi conosce, sa della mia passione per le api e per il miele, anzi per i mieli.L’Italia, infatti, è l’unico Paese al mondo a vantare oltre 60 diverse tipologie di mieli, ognuno dei quali trova la sua identità d’origine nelle tante e diverse fioriture regionali che costituiscono il patrimonio ambientale italiano, soprattutto nelle aree della nostra macchia mediterranea. Da questo vastissimo ed eterogeneo territorio, le api traggono la materia prima che darà origine alla tipicità dei singoli mieli: di montagna, di…

  • La Torta Cioccolatina e la semplicità

    La semplicità, intesa non come banalità o cosa scontata, credo che sia un grande pregio, una qualità da riscoprire e valorizzare. Perché solo quando si abbandona il superfluo, quando ci si spoglia di tutti gli orpelli, di tutte le maschere, di tutto ciò che è solamente apparenza, solo allora quello che resta è davvero l'essenziale. Un concentrato di noi stessi, semplice ma sorprendentemente intenso.

  • Cinquanta sfumature di crêpe

    Le famose e buonissime crêpe francesi sono delle cialde sottilissime, morbide ed elastiche, cotte su una superficie tonda molto calda. Gli ingredienti base sono uova, latte e farina e possono essere farcite in tantissimi modi, con ripieni sia dolci che salati. In genere vengono considerate un piatto tipico della cucina francese, ma in realtà sono presenti preparazioni molto simili un pò in tutto il mondo, con farina di grano nella zona del Mediterraneo, con quella di grano saraceno in Bretagna e Russia, con riso fermentato e legumi in India ed Estremo Oriente, con mais e tapioca in America Latina.

  • Hasselback, le patate svedesi croccanti

    Sembra che questa ricetta abbia origini svedesi, e che sia nata dall'idea del cuoco di un ristorante di Stoccolma, l'Hasselbaken per l'appunto. Il segreto di queste patate croccanti è di essere tagliate a "fisarmonica", a fette molto sottili, cosa che permette al condimento e agli aromi di penetrare all'interno, creando strati di gusto.

  • La vera magia delle feste…la Gingerbread House

    Durante le vacanze di Natale, ed in attesa di festeggiare il Capodanno, le donne "normali" sono in fermento, alle prese con acconciature, shopping dell'ultimo minuto alla ricerca di abiti scintillanti, manicure perfette con smalti pieni di glitter, scomodissime scarpe con il tacco e lingerie di pizzo. Poi ci sono io, con il pigiama di Brontolo, avvolta nel tepore della cucina: fuori una nebbia fitta e ghiacciata, in casa un intenso profumo di zenzero e cannella.