Lasagne estive di pane Carasau con zucchine e i loro fiori, pomodori secchi e scamorza affumicata

Il pane carasau è un tipico pane sardo, noto anche con il nome di carta musica, in quanto la sua croccantezza rumorosa “canta” sotto i denti quando lo si mangia. Il nome carasau, invece, deriva dalla parola sarda carasare, che significa biscottare, siccome nell’ultima fase di preparazione il pane viene fatto appunto tostare in forno. Le origini di questo prodotto sono molte antiche, si pensa addirittura nuragiche. Era strettamente legato alla vita agropastorale, infatti per la sua caratteristica di conservarsi molto a lungo, era il pasto ideale dei pastori, i quali stavano lontani da casa anche per molti giorni, per seguire i loro greggi. Gli ingredienti del pane carasau sono sale, acqua, lievito e farina di grano duro (i meno abbienti utilizzavano farina d’orzo). La sua preparazione era un vero e proprio rito di famiglia o di vicinato, molto lungo e complesso, che coinvolgeva almeno tre donne e si sviluppava in otto fasi. Insomma un prodotto straordinario, strettamente legato alla tradizione, ma anche molto versatile, da utilizzare sia per le preparazioni salate che per quelle dolci, proprio come se fosse una sfoglia. Per la sua caratteristica di assorbire i liquidi è ideale come accompagnamento per cibi che rilasciano oli o grassi in cottura, o per comporre lasagne, alternato ad ingredienti succosi o umidi, anche a crudo. Quindi ampio spazio alla fantasia e alla creatività, grazie a qualcosa di antico e tradizionale, che deve essere mantenuto e tramandato.

Lasagne di pane carasau con zucchine pomodori secchi e scamorza affumicata
Stampa ricetta
5 da 2 voti

Lasagne estive di pane Carasau con zucchine e i loro fiori, pomodori secchi e scamorza affumicata

Preparazione20 min
Cottura25 min
Tempo totale45 min
Portata: Primi
Cucina: Italiana
Keyword: Carasau, Lasagne, pomodori secchi, scamorza affumicata
Porzioni: 6 Persone
Chef: Afrodita

Ingredienti

  • 250 g circa di pane Carasau
  • 4 o 5 zucchine biologiche (le mie erano dell’orto)
  • 4 o 5 fiori di zucchine
  • 300 g di mozzarella campana fior di latte
  • 1 scamorza affumicata da 250 g
  • 8 pomodori secchi sott’olio
  • 1 uovo da allevamento all’aperto
  • 1 scalogno
  • olio extravergine di oliva
  • pepe nero da macinare
  • sale

Istruzioni

  • Lavare le zucchine e grattugiarle con la pelle con una grattugia a fori medi. In una padella far stufare lo scalogno tagliato fine con un paio di cucchiai di olio extra vergine di oliva, aggiungere le zucchine grattugiate e i pomodori secchi, scolati dall’olio e tamponati con carta assorbente e tagliati a pezzettini. Cuocere per una decina di minuti, aggiungendo a metà cottura una generosa macinata di pepe e regolando di sale.
  • Ungere con olio d’oliva una pirofila o una teglia abbastanza grande, fare un primo strato di pane Carasau, precedentemente passato sotto un getto di acqua dal lato ruvido, sovrapponendo più pezzi, rompendoli con le mani
  • Ricoprire questo primo strato con 1/3 delle zucchine, 1/3 della mozzarella fior di latte tagliata a cubetti e con 1/3 di scamorza affumicata tagliata anch’essa a cubetti
  • Procedere allo stesso modo con il secondo e con il terzo ed ultimo strato. Terminare l’ultimo strato distribuendo sulla superficie i fiori di zucchina, lavati, tamponati delicatamente con carta assorbente, privati del pistillo interno e tagliati a falde. Spennellare i fiori di zucchina con il tuorlo d’uovo sbattuto con una forchetta insieme ad un pizzico di sale e pepe.
  • Infornare in forno statico preriscaldato a 190° per circa 25 minuti, utilizzando la funzione grill negli ultimi minuti di cottura.

Note

L’ideale sarebbe preparare e cuocere le lasagne al mattino per poi scaldarle e mangiarle a cena, perchè in questo modo il pane Carasau ha il tempo di ammorbidirsi e di assorbire il sapore di tutti gli ingredienti.

4 Comments

  • Lea

    5 stars
    Ciao,
    Se volessi realizzare delle millefoglie monoporzione, usando un coppapasta, come devo fare??? Dovrei bagnare il pane carasau prima di usarlo per renderlo malleabile???

    • Afrodita

      Ciao Lea,
      Non ho mai realizzato delle millefoglie monoporzione, però credo anch’io che sia indispensabile inumidire il pane carasau prima di utilizzarlo, in modo da poterlo poi lavorare nel migliore dei modi. Se le millefoglie non dovranno andare in forno ti consiglio di far rinvenire il pane carasau in padella dopo averlo inumidito!!!!Comunque hai avuto una bella idea!!!!
      A presto

  • Carol M

    5 stars
    Ciao, ho trovato il tuo sito da pochi giorni per caso cercando i tortini alla zucca e volevo farti i complimenti per le ricette davvero originali e particolari che mi entusiasmano tantissimo! Non vedo l’ora di provarne altre, per ora Tortini di zucca e lasagne di carasau super buone e sfiziose! Un saluto dalla Sardegna!

    • Afrodita

      Ciao Carol, sono davvero felice che le mie ricette ti siano piaciute!!! E’ bello sapere che il mio blog e le mie ricette ti hanno entusiasmato, per me è una grandissima soddisfazione. Ti aspetto di nuovo tra le pagine di questo blog e mi raccomando…non dimenticarti di lasciare un feedback sulle ricette che proverai! Un saluto e a presto 🙂

Rispondi a Carol M Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.