Torta Ciosota con radicchio rosso di Chioggia, carote e zucchero di canna integrale per Quanti modi di fare e rifare


Da qualche giorno abbiamo salutato definitivamente l’estate e le vacanze, con temperature quasi autunnali, e con la ripresa di tutte le nostre solite attività ed abitudini. E ritornano anche i tanto graditi appuntamenti con Anna, Ornella e la Cuochina. Questa volta facciamo un salto in Veneto, a casa di Terry del blog Crumpets & co., che ci regala la ricetta di un dolce tipico di Chioggia, la torta Ciosota, il cui ingrediente principale è proprio il radicchio rosso di Chioggia IGP, prodotto d’eccellenza della sua regione. Ma cosa ci fa una verdura come il radicchio in un dolce??!! All’inizio anch’io ero abbastanza perplessa, nonostante mi fosse già capitato di utilizzare carote e zucchine, ma vi posso assicurare che il risultato è veramente squisito, e per nulla amaro. Questa volta, per la mia versione, sono stata molto fedele alla ricetta originale, ma la semplice sostituzione dello zucchero semolato, con quello grezzo di canna, e della classica farina 00, con quella semi-integrale, molto più saporita, ha fatto veramente la differenza, rendendo questa torta ancora più rustica e particolare. Infine ho optato per uno stampo a ciambella, che mi sembrava adatto a questo tipo di dolce, che rimanda alla tradizione, e alla cucina del riciclo delle nostre nonne. Un grazie di cuore a Terry per averci fatto scoprire questa stupenda ricetta, e una buona domenica a tutte le cuochine che passeranno dalla mia cucina!

Stampa ricetta
5 da 1 voto

Torta Ciosota con radicchio rosso di Chioggia, carote e zucchero di canna integrale

Preparazione20 min
Cottura45 min
Tempo totale1 h 5 min
Portata: Antipasti
Cucina: Italiana
Keyword: radicchio rosso di Chioggia, Torta Ciosota, zucchero di canna integrale
Porzioni: 12 Porzioni
Chef: Afrodita

Ingredienti

  • 200 g di radicchio rosso di Chioggia
  • 150 g di carote
  • 150 g di burro ammorbidito a temperatura ambiente
  • 150 g di nocciole
  • 100 g di farina di grano tenero debole tipo 2 (semi-integrale)
  • 5 uova da allevamento all’aperto a temperatura ambiente
  • 150 g di zucchero di canna integrale
  • 1 bustina di lievito
  • 6 fette biscottate
  • zucchero a velo q.b.

Istruzioni

  • In un tritatutto ridurre le nocciole in farina, tritare le carote, il radicchio ed infine le fette biscottate
  • Separare gli albumi dai tuorli e montare questi ultimi con uno sbattitore elettrico insieme allo zucchero di canna, unendo anche il burro ammorbidito a pezzetti, fino ad ottenere una crema spumosa
  • Aggiungere al composto la farina di nocciole, il radicchio, le carote e le fette biscottate precedentemente tritati. Mescolare con un cucchiaio per amalgamare.
  • Aggiungere infine anche la farina setacciata insieme al lievito, mescolando brevemente
  • In una terrina a parte montare e neve ben ferma gli albumi con uno sbattitore elettrico
  • Aggiungere gli albumi al resto del composto in modo graduale, utilizzando una spatola, e con movimenti delicati dal basso verso l’alto
  • Versare in una tortiera di 24 cm di diametro precedentemente imburrata ed infarinata
  • Infornare in forno preriscaldato a 180° per circa 45 minuti, verificando la cottura con la prova stecchino
  • Estrarre dal forno, far raffreddare, togliere dalla teglia e spolverizzare con zucchero a velo

Note

Essendo una torta tipicamente autunnale, con un impasto molto umido, deve essere conservata in un ambiente fresco, nei mesi caldi in frigorifero.

26 Comments

Rispondi a Afrodita Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.