Le corn fritters per il tema del mese dell’MTC n. 63

Le origini delle corn fritters, le famose frittelle di mais tipiche della cucina sudamericana, come spesso accade quando si parla di storia del cibo, non sono certe e si perdono nei meandri di quelle antiche tradizioni che rendono unico il Soul Food, ossia la cucina della popolazione afroamericana. Il Soul Food è nato nel Sud degli Stati Uniti, ed oggi è richiestissimo in ogni parte del mondo. La sua diffusione è avvenuta a partire dagli anni Quaranta, dopo l'incipt dato dalla first lady Eleanor Roosvelt, la quale, dopo aver licenziato il personale di razza bianca al suo servizio, perché troppo caro, decise di assumere cuochi africani...

“Sottobosco” ovvero trittico di cavallo ai sapori del bosco per il Master MTC “Alta cucina e salute” (Il lato B12 della salute)

Se pensate che l'MTChallenge sia soltanto la sfida culinaria più famosa del web, vi sbagliate di grosso. Oltre ad una community che ormai vanta circa duecento membri, tra i quali non solo appassionati di cucina, ma anche professionisti e chef in incognito, oltre a dei bellissimi libri di ricette, l'ultimo dei quali edito da Feltrinelli ed esaurito dopo pochi giorni dall'uscita nelle librerie, adesso abbiamo anche i Master. Dopo il successo riscosso dal Master di esordio, chiamato Bake Out, legato alla manifestazione Sweety di Milano, con tema il Pan di Spagna e le naked cake, è arrivato subito il secondo, questa volta con l'accento posto sul ruolo dell'alimentazione nel campo della salute e del benessere.

Tapas multietniche di Gerusalemme per l’MTC n.60

Quando si parla di tapas, stuzzicanti bocconi di ogni sorta di cibo o pietanza, da gustare in una specie di aperitivo itinerante, senza regole né orari, si pensa inevitabilmente alla Spagna, e in modo particolare alla splendida Barcellona. Quindi cosa c'entra Gerusalemme? La colpa di questa confusione è tutta della sfida nr. 60 dell'MTChallenge e della mitica Mai Esteve del blog Il colore della curcuma, che ci ha proposto le tapas, dando libero sfogo alle sue origini catalane. Arrivo come sempre ad un soffio dal termine, e questa volta davvero per miracolo.

Tarte Tatin salata con pomodori datterini gialli e rossi dell’orto di Davide ed una farina speciale

La Tarte Tatin è un classico della pasticceria francese, oggi reinterpretata in molteplici versioni salate, delle quali, quella con i pomodorini, è senz'altro la più famosa. Facile da preparare e molto scenografica, era da tempo sulla mia lista delle cose da cucinare assolutamente durante l'estate, quando i pomodori sono nel pieno del loro splendore, coccolati dai raggi del sole. La ricetta prescelta non poteva che essere quella di Vittoria, del blog La cucina piccoLina, presente anche nello stupendo libro Torte salate, ad opera dell'MTChallenge.

Lo Scarpazoun (ovvero l’erbazzone reggiano) per Quanti modi di fare e rifare

Fino a due settimane fa, quando l'estate stentava a voler arrivare, non ero per niente preoccupata, anzi. Il caldo non lo sopporto, soprattutto quello umido della Pianura Padana, e quando l'aria inizia a diventare pesante perdo ogni energia, mi spengo completamente. Anche cucinare o fare la spesa diventano delle imprese titaniche, e appena riesco cerco di stare lontana dai fornelli. Ma, per non mancare all'ultimo appuntamento con Quanti modi di fare e rifare prima della pausa estiva, mi sono armata di tanta buona volontà ed ho acceso il forno, trasformando la cucina in una sauna, ed ho preparato la mia versione dello Scarpazoun di Daniela del blog Ristorante dai nonni.

La Torta fritta di Parma per il Calendario del Cibo Italiano

A Modena e Reggio Emilia è Il Gnocco fritto, a Bologna la Crescentina, a Ferrara il Pinzino, in provincia di Piacenza il Chisulén, mentre per noi parmigiani è la Torta fritta, quella con la maiuscola, stampata a lettere cubitali nel nostro DNA e parte imprescindibile della nostra tradizione culinaria più viscerale ed ancestrale. Oggi, nella Giornata Nazionale del Gnocco fritto e culatello, con ambasciatrice Micaela Ferri del blog Le ricette di Michi, non potevo non dare il mio contributo al Calendario del Cibo Italiano con una delle ricette più rappresentative della mia città: l'intramontabile Torta fritta...

Muffins salati alla zucca con pancetta, pepe nero ed erba cipollina

Dopo tanta latitanza dal blog, in un periodo molto pesante e difficile, finalmente torno a vedere un piccolo spiraglio di luce, e trovo un attimo di tempo per postare questi stupendi muffins salati, che hanno riscosso così tanto successo, da doverli preparare due volte nel giro di pochi giorni. Ma il merito non è tutto mio, perchè se ho imparato a sfornare dei muffins da urlo, soffici e con la cupoletta bella gonfia, è solo grazie alla ricetta di Francesca del blog Burro e zucchero...

Mini quiche di pasta brisée al nero di seppia con fragole, code di gambero allo zenzero e menta

Ancora torte salate e ancora per l'MTChallenge. Dopo la mia prima versione rustica e tipicamente invernale, con ingredienti poveri, ma ricchi di storia e di virtù, riesco incredibilmente a partecipare alla sfida di questo mese con una seconda ricetta, questa volta decisamente primaverile e più elegante, con sapori freschi e leggeri....

Baci di dama salati in due versioni per il tema del mese dell’MTChallenge n. 45

Cosa c'è di più romantico e sensuale di due biscottini tondi, che sembrano baciarsi, uniti nell'abbraccio di una crema golosa? Non ci sono dubbi, i baci di dama sono perfetti per festeggiare San Valentino, e per far sognare gli innamorati di qualsiasi età, in ogni giorno dell'anno. Quelli dolci, che conosciamo tutti, a base di mandorle o nocciole, e farciti con cioccolato fondente, sono originari di Tortona, e la leggenda vuole che siano nati in casa Savoia nel 1852, su richiesta di Vittorio Emanuele II, e da allora serviti sulle tavole reali d'Italia e d'Europa....