Basilico

E’ una pianta erbacea annuale, originaria dell’India, utilizzata tipicamente nella cucina italiana e nelle cucine asiatiche. Il nome deriva dal greco “basilikon” che significa pianta regale. I fiori sono piccoli, bianchi o rosei, e il colore delle foglie può andare dal verde pallido al verde intenso, fino al viola o al porpora in alcune varietà.  Il basilico è nativo dell’Asia tropicale e dell’India ed è arrivato in Italia ai tempi di Alessandro Magno, attraverso il Medio Oriente. Ne sono state classificate circa 60 varietà, differenti tra loro per aspetto e aroma. Tra di esse ricordiamo il famoso basilico genovese, molto rinomato in Italia, usato per il pesto ligure, con foglie larghe e aroma di gelsomino, liquirizia e limone. In cucina deve essere utilizzato fresco e aggiunto all’ultimo momento, infatti la cottura ne attenua il sapore fino a neutralizzarlo. Pestando le foglie nel mortaio si rompono le cellule che contengono l’olio essenziale, e si libera tutto l’aroma. E’ l’ingrediente base del pesto genovese insieme a formaggio, pinoli, aglio e olio extravergine d’oliva. Si utilizza anche per insalate, pomodori, zucchine, frutti di mare, pesce, uova strapazzate, pollo, coniglio, anatra, insalate di riso, zuppe, pasta e salse al pomodoro. Nella cucina asiatica, specialmente a Taiwan, si usa nelle zuppe e con il pollo fritto.

Lascia un commento