Tamarindo

Il suo nome deriva dall’arabo “tamr hindi”, che significa dattero dell’India. E’ un albero tropicale originario dell’Africa Orientale ma oggi diffuso anche nelle aree tropicali asiatiche e dell’America Latina. E’ l’unica specie del genere Tamarindus. I suoi frutti sono commestibili e la loro polpa viene usata come spezia nella cucina asiatica e latino-americana. E’ uno degli ingredienti della famosa salsa worcester. La polpa dei frutti acerbi, essendo molto aspra, si adatta a piatti di portata, mentre la polpa di quelli maturi, essendo più dolce, viene utilizzata per dessert e bevande. Nell’India Meridionale serve per preparare il Sambhar (zuppa di lenticchie molto speziata) e il riso Pulihora. In Italia è conosciuto soprattutto come sciroppo.