• Cinquanta sfumature di crêpe

    Le famose e buonissime crêpe francesi sono delle cialde sottilissime, morbide ed elastiche, cotte su una superficie tonda molto calda. Gli ingredienti base sono uova, latte e farina e possono essere farcite in tantissimi modi, con ripieni sia dolci che salati. In genere vengono considerate un piatto tipico della cucina francese, ma in realtà sono presenti preparazioni molto simili un pò in tutto il mondo, con farina di grano nella zona del Mediterraneo, con quella di grano saraceno in Bretagna e Russia, con riso fermentato e legumi in India ed Estremo Oriente, con mais e tapioca in America Latina.

  • Hasselback, le patate svedesi croccanti

    Sembra che questa ricetta abbia origini svedesi, e che sia nata dall'idea del cuoco di un ristorante di Stoccolma, l'Hasselbaken per l'appunto. Il segreto di queste patate croccanti è di essere tagliate a "fisarmonica", a fette molto sottili, cosa che permette al condimento e agli aromi di penetrare all'interno, creando strati di gusto.

  • Calendario del Cibo Italiano: Pesce spada al cartoccio con erbe aromatiche, pomodori datterini ed olive taggiasche

    Oggi, grazie al Calendario del Cibo Italiano, abbiamo l'opportunità di approfondire un'eccellente tecnica di cottura, spesso poco utilizzata, nonostante i suoi molteplici vantaggi: la cottura al cartoccio (o come dicono oltralpe "en papillote"). L'ambasciatrice Antonella Vergari del blog Noce Moscata ce ne parla in modo dettagliato nel suo articolo ufficiale per la Giornata Nazionale del Pesce al cartoccio...

  • Speghetti da Quaresima di Pellegrino Artusi ricetta n. 103

    Ho preparato questa ricetta tempo fa, per il Calendario del Cibo Italiano, in occasione della Settimana della Cucina della Penitenza, della quale ho avuto il piacere di essere ambasciatrice insieme alla carissima Alessandra. Ormai il periodo della Quaresima ce lo siamo lasciato alle spalle, e la nostra prospettiva è completamente indirizzata verso un'estate che stenta ad arrivare, anticipata da una primavera fatta di temporali, raffiche di vento, piogge e nevicate fuori stagione...

  • Il salame di cioccolato della nonna per il Calendario del Cibo Italiano

    Secondo il bellissimo progetto del Calendario del Cibo Italiano oggi ci troviamo a celebrare la Giornata Nazionale del Salame di cioccolato, per rendere omaggio ad uno dei dolci più amati di tutta la nostra penisola. A parlarcene in modo approfondito sarà l'ambasciatrice Valentina De Felice del blog DiVerdeDiViola, nel suo interessantissimo articolo, sul sito ufficiale dell'Associazione Italiana Food Blogger. Sono certa che molti di voi avranno avuto modo di assaggiare, almeno una volta nella vita, questo golosissimo dolce a base di biscotti secchi e cioccolato, al quale viene conferita la caratteristica forma di un salame...

  • Muffins salati alla zucca con pancetta, pepe nero ed erba cipollina

    Dopo tanta latitanza dal blog, in un periodo molto pesante e difficile, finalmente torno a vedere un piccolo spiraglio di luce, e trovo un attimo di tempo per postare questi stupendi muffins salati, che hanno riscosso così tanto successo, da doverli preparare due volte nel giro di pochi giorni. Ma il merito non è tutto mio, perchè se ho imparato a sfornare dei muffins da urlo, soffici e con la cupoletta bella gonfia, è solo grazie alla ricetta di Francesca del blog Burro e zucchero...

  • Torta sbrisolona

    La torta sbrisolona è un dolce originario della città di Mantova, ed è comunemente prodotto e consumato in Lombarida, Emilia Romagna e nel Veronese. Il nome deriva dal sostantivo brìsa, che in mantovano vuol dire briciola, e pare che la ricetta risalga a prima del seicento, quando arrivò anche alla corte dei Gonzaga. Si tratta di una torta di povere origini, all'inizio infatti gli ingredienti erano quelli tipici della tradizione contadina, ossia farina di mais, strutto e nocciole, che negli anni si sono raffinati, venendo sostituiti dal burro, con un sapore più neutro, e dalle mandorle, un tempo molto costose....

  • Gröstl (rosticciata) tirolese di patate con speck croccante e uova per Quanti modi di fare e rifare

    Questa domenica l'appuntamento con Quanti modi di fare e rifare ci porta a casa di Maria Giovanna, del blog Stella senza glutine, per cucinare tutti insieme un gustosissimo piatto tipico del Tirolo storico, il pilz grostl, che sarebbe una padellata di patate con speck e funghi (in tedesco pilz significa fungo, e grostl deriva dalla parola rösten cioè abbrustolire)....

  • Sofficini home made con prosciutto cotto di Praga, fontina e mozzarella per Quanti modi di fare e rifare

    Cosa c'è di più bello di svegliarsi una domenica di metà agosto, dopo tanti giorni di caldo insopportabile, e sentire il rumore della pioggia che scende incessante? Più bello di non avere impegni, di fare colazione con lentezza, di non avere progetti per la giornata. Di mettersi il grembiule per pasticciare un pò in cucina, giocando a fare i cuochi per la gioia dei più piccini, senza fretta, improvvisando, noncuranti della farina che cade sul pavimento. Più bello di ritrovare la serenità, di ridere e di far sorridere. Di trascorrere insieme ogni istante, senza distrazioni, senza altri pensieri, concentrati sul presente, con complicità....