Muffins al Pastis de Marseille con cuore di ganache al cioccolato fondente e glassa alla lavanda in onore di Jean-Claude Izzo

Muffins al Pastis con glassa alla lavanda

Sono davvero entusiasta di partecipare all’ MTC di questo mese, perchè mi dà la possibilità di unire due mie grandi passioni: la lettura e la cucina. La sfida, questa volta, non prevede solo di cimentarsi in una particolare ricetta, ma anche di collegarla ad un testo scritto (un libro, una poesia, una canzone, una preghiera). La ricetta in questione è quella dei muffins, sia dolci che salati, proposta dalla simpaticissima Francesca del blog Burro e Zucchero, vincitrice dell’ultima sfida. E’ lei che devo ringraziare, perchè senza la sua ricetta perfetta e le sue indicazioni dettagliate, questi buonissimi e soffici muffins non avrebbero visto la luce (e avrei continuato a sfornare muffins stopposi e immangiabili!!!), e non avrei avuto l’ispirazione per rendere omaggio ad uno dei miei scrittori preferiti, il marsigliese Jean-Claude Izzo. Con il ritmo trascinante della sua scrittura, unito ad un romanticismo commovente e coinvolgente, questo autore ha fatto irruzione nella scena letteraria francese, suscitando entusiasmi e passioni, oltre a riscuotere un successo strepitoso ed inatteso. Purtroppo, dopo averci lasciato romanzi stupendi, intrisi di poesia, tra i quali spiccano “Il sole dei morenti” e la trilogia noir ispirata alla malavita marsigliese, composta da “Chourmo”, “Casino totale” e “Solea”,  muore nel gennaio del duemila, a soli cinquantacinque anni. Lo sfondo comune dei suoi racconti è Marsiglia, città in cui è nato e vissuto, e per la quale nutre un amore viscerale. In particolare, per questi miei muffins, ho preso spunto da “Solea”, romanzo che chiude la trilogia marsigliese, e che deve il suo titolo ad un brano musicale di Miles Davis, il preferito del protagonista, l’ex poliziotto Fabio Montale, il quale si nutre di dettagli di vita vera come le amicizie, gli amori, la musica, il Pastis, il vino, il mare e il cielo di Marsiglia. E che ci regala frasi come queste:

La città, stamattina, era trasparente. Rosa e blu nell’aria immobile. Faceva già caldo, ma ancora non era appiccicoso. Marsiglia respirava la propria luce. Così come i clienti, seduti alla terrazza della Samaritaine, bevevano, con leggerezza, fino all’ultima goccia di caffè. Il blu dei tetti, il rose del mare. O l’inverso. Fino a mezzogiorno. Dopo, il sole schiacciava tutto per alcune ore. L’ombra come la luce. La città diventava opaca. Bianca. In quel momento Marsiglia profumava di anice. Cominciavo ad avere sete e voglia di un Pastis ben freddo, seduto all’ombra di una terrazza. (tratto da “Solea”)

Ed è stato proprio il Pastis de Marseille, liquore tipico della Francia sudorientale, a base di anice, liquirizia, caramello ed erbe aromatiche provenzali, a dare un aroma speziato ma delicato ai miei muffins, che ho utilizzato sia nell’impasto, sia nel cuore di ganache al cioccolato fondente. E per completare il tutto ho realizzato una glassa ai fiori di lavanda, che con il loro inconfondibile profumo ci trasportano direttamente in quella terra fantastica che è la Provenza, della quale mi sono innamorata durante una vacanza indimenticabile.

 

Con questa ricetta partecipo all’MTChallenge nr. 43.


Muffins al Pastis de Marseille con cuore di ganache al cioccolato fondente e glassa alla lavanda in onore di Jean-Claude Izzo
Autore: 
Tipo di ricetta: Dolci
Cucina: Americana
Tempo di Preparazione: 
Tempo di Cottura: 
Tempo Totale: 
Porzioni: 10/12 muffins
 
Ingredienti
Per l'impasto dei muffins:
  • 250 g di farina Kamut + quella per infarinare gli stampi
  • 35 g di cacao amaro in polvere
  • 100 g di zucchero di canna
  • 40 ml di Pastis de Marseille a temperatura ambiente
  • 120 ml di latte a temperatura ambiente
  • 100 g di burro ammorbidito+ quello per ungere gli stampi
  • 2 uova medie da allevamento all'aperto o biologiche a temperatura ambiente
  • ½ cucchiaino di bicarbonato
  • 8 g di lievito chimico
  • 1 pizzico di sale
Per i cuori di ganache al cioccolato fondente:
  • 150 g di cioccolato fondente al 70%
  • 1,5 cucchiai di Pastis de Marseille
  • 80 ml di panna fresca
Per la glassa ai fiori di lavanda
  • 180 g di zucchero a velo
  • 3 cucchiai di fiori secchi di lavanda ad uso alimentare
  • ⅘ cucchiai di acqua
Per decorare
  • Fiori di lavanda secchi
Istruzioni
  1. Mettere lo zucchero a velo in un contenitore a chiusura ermetica, mescolarvi i fiori di lavanda e lasciar riposare per almeno due giorni al riparo da luce e fonti di calore
  2. Tagliare il cioccolato fondente a piccole scaglie, scaldare la panna sul fuoco e appena raggiunge il bollore versarla sul cioccolato. Mescolare energicamente con una spatola fino a quando il cioccolato si sarà sciolto ottenendo una crema liscia. Aggiungere il Pastis, mescolare e versare in uno stampo in silicone per cioccolatini a 15 buchi, utilizzando un piccolo imbuto oppure una tasca da pasticcere. Lasciar raffreddare a temperatura ambiente e poi far solidificare in frigo per alcune ore prima dell'utilizzo.
  3. In una terrina setacciare la farina, il cacao amaro, il bicarbonato e il lievito, aggiungere un pizzico di sale e mescolare
  4. In un 'altra terrina lavorare a crema il burro ammorbidito con lo zucchero, aggiungere le uova, mescolare con una frusta, e infine aggiungere anche il latte e il Pastis, continuando a mescolare per amalgamare il tutto
  5. Versare gli ingredienti liquidi al centro di quelli secchi e mescolare solo il tempo necessario per unire i due composti, senza superare i 10/11 giri di cucchiaio, ottenendo un composto grumoso, denso ed appiccicoso
  6. Distribuire l'impasto negli incavi di una teglia per muffins, utilizzando dei pirottini di carta, oppure ungendoli con del burro e infarinandoli, sistemando un pò di impasto sul fondo di ognuno
  7. Inserire in ogni incavo un cuore di ganache al cioccolato fondente estratto dallo stampo in silicone e ricoprire completamente con altro impasto
  8. Preriscaldare il forno, in modalità statica, a 190°, raggiunta la temperatura infornare i muffins sulla griglia centrale, abbassando la temperatura del forno a 180°. Proseguire la cottura per circa 20 minuti, poi fare la prova stecchino per verificare il livello di cottura dei muffins (lo stecchino deve uscire appena umido) e valutare se proseguire la cottura per altri cinque minuti (nel mio forno sono bastati 20 minuti).
  9. Estrarre i muffins dal forno, farli raffreddare per qualche minuto, quindi toglierli dagli stampi e metterli su una gratella, di modo che la base non resti umida
  10. Preparare la glassa passando al setaccio lo zucchero a velo, in modo da eliminare i fiori di lavanda, versarlo in una terrina ed aggiungervi gradualmente ⅘ cucchiai di acqua, fino ad ottenere un composto liquido ma denso
  11. Versare la glassa sui muffins, lasciandoli sulla gratella per far colare la glassa in eccesso, ripetendo l'operazione per due volte, in modo da ottenere uno strato più uniforme
  12. Aspettare che la glassa si solidifichi, sistemare su un'alzata, decorare con fiori secchi di lavanda e servire accompagnati, a piacere, da infuso di lavanda, oppure da un bicchierino di Pastis bello fresco.
Note
- Conservando i muffins a temperatura ambiente il cuore si mantiene semi-liquido per parecchie ore, rassodandosi con il passare del tempo, ma restando comunque morbido.
- I muffins sono ideali per essere consumati ancora tiepidi, ma questi sono rimasti soffici e profumatissimi anche dopo alcuni giorni, conservati sotto una campana di vetro.

,,,,,,

15 commenti su “Muffins al Pastis de Marseille con cuore di ganache al cioccolato fondente e glassa alla lavanda in onore di Jean-Claude Izzo”

  1. Amo la Francia, Marsiglia e il Pastis.. Mi mancano solo i libri, ma direi che intanto posso iniziare gustandomi un muffin ispirato proprio a questi, che dici?
    Ti sono venuti benissimo e scommetto che il gusto mi piacerebbe un sacco!

    1. Ciao, grazie mille di essere passata! Condivido in pieno l’amore per la Francia, Marsiglia e il Pastis. I libri devi leggerli, perchè meritano veramente, nel frattempo puoi gustarti i muffins! Ti posso assicurare che il sapore è buonissimo, si sente appena la nota alcolica ma risaltano gli aromi di anice, liquirizia e lavanda, in modo però delicato.

  2. E che meraviglia di muffins!!! Veramente complimenti!Quei cioccolatini al Pastis devono essere una libidine unica, messi in mezzo ad un muffin così profumato e goloso è roba da urlo!!!
    Non conoscevo Izzo nè i suoi libri, ma devono essere davvero speciali per averti così tanto ispirata!!! bravissima e grazie infinite!
    Francy

    1. Ciao Francesca, devo assolutamente ringraziarti per avermi insegnato a fare dei muffis soffici e degni di questo nome!!! I cioccolatini al Pastis sono un goduria, avendone fatti in eccesso ce li siamo mangiati uno dietro l’altro, io e il mio piccolo aiutante, mentre riempivamo i muffins!!! Per fortuna lui non si è ubriacato!!! 🙂
      Izzo è veramente speciale. Le sue frasi riescono ad emozionare e ad entrarti nel cuore. Quando ho pensato ad un testo per la sfida ho suito pensato ai suoi libri e l’ispirazione è stata immediata!!!
      Sono io che devo ringraziarti!!!

  3. mi ispirano tanto i tuoi muffins, quel cuore di cioccolato al Pastis e la glassa alla lavanda li rendono davvero particolari.
    Anch’io adoro la Provenza! complimenti!

    1. Ciao Elena, ho letto nel tuo post che la scorsa estate sei stata in Provenza….quanto ti invidio!!! Ci sono stata quattro anni fà e non me la sono più dimenticata!!! Quando penso a qualcosa di bello e rilassante, che mi faccia stare bene, mi viene sempre in mente quel viaggio!!!
      Un bacione

  4. Amo tantissimo Izzo, che è fra l’altro legato a un periodo molto bello della mia vita, anche se i suoi romanzi sono di un disincanto a volte disperato, quindi non posso che approvare la tua scelta, peraltro realizzata in modo davvero eccellente! pure i cioccotini al pastis hai fatto da sola! Davvero bravissima! i tuoi muffin sono splendidi.

    1. Ti ringrazio tanto per i complimenti, mi fa molto piacere che i miei muffins ti siano piaciuti!!!
      Per Izzo hai pienamente ragione, i suoi romanzi sono di un disincanto disperato, non potevi trovare parole più adatte!!! Una disperazione, una disillusione, una rabbia, un’incapacità di vivere quello che ci può essere di bello, che ti entrano nel cuore e ti aprono gli occhi sulla realtà.

  5. Molto particolari davvero questi muffins provenzali, complimenti sia per l’ispirazione, sia per la realizzazione, assolutamente impeccabile!!!!

    1. Ciao Maria Pia, mi fa molto piacere che ti siano piaciuti! L’ispirazione è nata fin da subito, in modo spontaneo. Per la realizzazione ho seguito con cura i consigli di Francesca.

  6. Ciao 🙂
    I tuoi muffins sono strepitosi elaborati con grande amore e eseguiti perfettamente….mi fanno ricordare Marseille luogo incredibilmente affascinante. non conosco Izzo ma mi fai incuriosire 😉
    Complimenti a presto Ilaria

    1. Marsiglia è una città magica, piena di contrasti, variegata e decisamente intrigante. Se avrai modo di leggere un libro di Izzo vi troverai i profumi, i colori, i rumori di Marsiglia, ti sembrerà di riviverla!

  7. Leggere dei tuoi muffins mi ha fatto sorridere fin da subito, perché ci sono almeno un paio di cose che ci accomuneranno.. però è bello anche vedere come, da una medesima ispirazione, si riescono a tirar fuori cose molto diverse, come diverse sono le persone che si lasciano ispirare.
    Quel cuore al cioccolato fondente e pastis è una roba da arresto, sappilo! 😀

    1. Non vedo l’ora di vedere i tuoi muffin, mi hai fatto incuriosire!!!! I cuori al cioccolato e Pastis sono veramente da arresto, nel senso che smetti di mangiarli solo se ti legano le mani!!! Con l’aggiunta del latte restano un pò morbidi e si sciolgono in bocca, sembrano una ganache!!!

  8. […] Maffin al Pastis de Marseille con cuore al cioccolato fondente e glassa alla lavanda in onore di Jea… […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota questa ricetta:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.