Millefoglie di trota in oliocottura con fonduta di Bagoss, capperi di Gargnano e coulis agrodolce di cipolla rossa per il Garda Cooking Cup 2016

Sabato 24 e domenica 25 settembre le acque di Salò saranno teatro della prima edizione del Garda Cooking Cup, una competizione che unisce la vela amatoriale, la cucina di qualità e le eccellenze del territorio, con lo scopo di promuovere le aziende, i prodotti del territorio e il distretto turistico del lago di Garda. La manifestazione, alla quale saranno presenti 40 barche con 40 cuochi di bordo, avrà come testimonial d'eccezione lo chef Davide Oldani per la parte culinaria, e la campionessa Federica Salvà per la parte velica.

Calendario del Cibo Italiano: Pesce spada al cartoccio con erbe aromatiche, pomodori datterini ed olive taggiasche

Oggi, grazie al Calendario del Cibo Italiano, abbiamo l'opportunità di approfondire un'eccellente tecnica di cottura, spesso poco utilizzata, nonostante i suoi molteplici vantaggi: la cottura al cartoccio (o come dicono oltralpe "en papillote"). L'ambasciatrice Antonella Vergari del blog Noce Moscata ce ne parla in modo dettagliato nel suo articolo ufficiale per la Giornata Nazionale del Pesce al cartoccio...

Pollo arrosto con carciofi di Gerusalemme e scalogni al limone, zafferano e pepe rosa di Yotam Ottolenghi

"Sono più di vent'anni che abbiamo lasciato Gerusalemme, un tempo più lungo di quello che abbiamo trascorso là. Eppure è ancora Gerusalemme che consideriamo casa nostra: non nel senso di luogo in cui si svolge l'esistenza quotidiana, ma a cui sempre ritornare. E' casa nostra, quasi contro il nostro volere perché, ci piaccia o no, ci connota...Vogliamo mangiare, cucinare e lasciarci ispirare dall'immenso patrimonio di una città che vanta quattromila anni di storia, che ha cambiato un padrone dopo l'altro e che adesso è il centro di tre importantissime fedi, e ospita genti di tale diversità da far sfigurare l'antica torre di Babele"...

Brodetto di storione al profumo di erba santolina con asparagi di Altedo e grissini alla canapa per l’MTC n. 55

Non è stato facile per me, che vivo nel bel mezzo della Pianura Padana, affrontare la sfida n.55 dell'MTChallenge, che questo mese ha come tema il pesce, e più precisamente il "broeto" o brodetto dell'Adriatico, proposto da Anna Maria Pellegrino del blog La cucina di qb, donna tenace, chef talentuosa e grande conoscitrice del mare. Qui a Parma il mare non c'è, quindi nella mia perseveranza nel voler dar voce, ancora una volta, al mio territorio, non potevo che focalizzare la mia attenzione sul Grande fiume, il quale ha contribuito in passato a sfamare le popolazioni della Bassa parmense con i suoi pesci...

Calamari ripieni di patate viola, uvetta e pinoli con salsa allo zafferano per il Calendario del cibo italiano

Secondo il fantastico Calendario del Cibo Italiano promosso dall'Associazione Italiana Food Blogger, oggi si celebra la Giornata nazione dei calamari ripieni. L’origine di questa ricetta è molto controversa, perché rivendicata da liguri, campani, pugliesi e siciliani, e ciò rende evidente che si tratti di un piatto tipicamente mediterraneo, diffuso in tutto il territorio della penisola, con innumerevoli varianti. Certo è che i calamari ripieni hanno una storia molto antica, tanto che se ne può trovare una ricetta nel "De re coquinaria", scritto dal famoso gastronomo dell’antica Roma, Apicio....

Baccalà alla vicentina rivisitato con chips di polenta per il Calendario del Cibo Italiano

Secondo il Calendario del Cibo Italiano, promosso dall'Associazione Italiana Food Blogger, oggi si celebra un piatto molto antico, ricco di storia e di leggende, il famoso Baccalà alla vicentina, ed io non potevo assolutamente mancare, perchè questa è una delle primissime ricette che postai sul blog, anche se in una versione rivisitata. La ricetta originale, che ha un procedimento piuttosto lungo, viene tramandata di generazione in generazione, ed ogni famiglia custodisce una o più varianti, ma ciò che vale per tutti è che si debba utilizzare uno stoccafisso di eccellente qualità, e il migliore è considerato quello proveniente dalle isole Lofoten in Norvegia...

Gröstl (rosticciata) tirolese di patate con speck croccante e uova per Quanti modi di fare e rifare

Questa domenica l'appuntamento con Quanti modi di fare e rifare ci porta a casa di Maria Giovanna, del blog Stella senza glutine, per cucinare tutti insieme un gustosissimo piatto tipico del Tirolo storico, il pilz grostl, che sarebbe una padellata di patate con speck e funghi (in tedesco pilz significa fungo, e grostl deriva dalla parola rösten cioè abbrustolire)....

La Picaia o punta di vitello ripiena al forno, un must della cucina tipica parmigiana

Che mi piace l'autunno l'ho già detto in diverse occasioni, ma quando si passa da un caldo praticamente estivo, a delle giornate fredde e piovose, quasi invernali, diciamo che si resta un attimo traumatizzati. A maggior ragione se arrivano virus di ogni tipo, e tutta la famiglia, nessuno escluso, si ritrova a letto febbricitante e con lo stomaco sotto sopra. Allora, l'unico modo per riprendersi, è stare qualche giorno a riposo, avvolti in uno strato spesso di panni, e appena tornano un pò di energie, preparare uno di quei piatti che farebbero resuscitare anche i morti, come la punta di vitello ripiena!

Sofficini home made con prosciutto cotto di Praga, fontina e mozzarella per Quanti modi di fare e rifare

Cosa c'è di più bello di svegliarsi una domenica di metà agosto, dopo tanti giorni di caldo insopportabile, e sentire il rumore della pioggia che scende incessante? Più bello di non avere impegni, di fare colazione con lentezza, di non avere progetti per la giornata. Di mettersi il grembiule per pasticciare un pò in cucina, giocando a fare i cuochi per la gioia dei più piccini, senza fretta, improvvisando, noncuranti della farina che cade sul pavimento. Più bello di ritrovare la serenità, di ridere e di far sorridere. Di trascorrere insieme ogni istante, senza distrazioni, senza altri pensieri, concentrati sul presente, con complicità....

Pesce spada al cartoccio alle erbe aromatiche con pomodori Datterini e olive Taggiasche

Cucinare significa anche seguire i ritmi delle stagioni, utilizzando i prodotti disponibili in natura nei vari periodi dell'anno, e creando delle pietanze in armonia con la temperatura esterna. Con il caldo di questa estate, è indispensabile consumare cibi freschi e leggeri. Il pesce, la verdura, la frutta, i frullati e i tanto amati gelati, sono cibi particolarmente indicati in questa stagione. Per evitare che la cucina si trasformi in un girone dell'inferno, è preferibile non accendere il forno, e preparare dei piatti veloci, con pochi grassi...